3253

Location
per eventi

14572

Sale
meeting

341

Agenzie
e servizi

11196

Articoli
e recensioni

La Nuvola: crescita costante

La Nuvola: crescita costante La Nuvola: crescita costante La Nuvola: crescita costante La Nuvola: crescita costante La Nuvola: crescita costante La Nuvola: crescita costante

ROMA CONVENTION CENTER

Ha di recente spento la terza candelina il Roma Convention Center, noto a tutti come La Nuvola, la controversa ma bellissima opera di Massimiliano e Doriana Fuksas, che ha dato a Roma ottomila nuovi posti per convegni ed eventi, oltre a regalare un landmark già diventato iconico.

Tre anni di attività, dunque, festeggiati con 90 manifestazioni ospitate tra congressi ed eventi corporate, quasi 400 giorni di occupazione, con una presenza straniera rilevante, pari al venti per cento. Numeri importanti, che hanno generato un fatturato di 3,5 milioni di euro nel 2017, quasi triplicato a 8,9 milioni nel 2018.

Ambiziosi gli obiettivi per il futuro, che conta di superare i 180 giorni di occupazione nel prossimo anno, quando si punta a portare a Roma – conquistando i grandi eventi internazionali, con un occhio, nell’Anno della Cultura e del Turismo Italia-Cina 2020, al mercato asiatico – i grandi congressi internazionali, in grado di generare indotto e occupazione per la città.

"Relativamente alle trattative commerciali per l’anno 2020 abbiamo già chiuso accordi per 14 eventi e ci auguriamo di contrattualizzarne altri 17, per i quali siamo in una fase avanzata di trattativa" spiega Plinio Malucchi, direttore generale di Roma Convention Group (nella foto nello slideshow).

2019 all'insegna della varietà

Con oltre 150 giorni di occupazione, il 2019 conferma il trend di crescita annua della Nuvola, ma è anche la qualità e la varietà degli eventi ospitati a far puntare i riflettori sulla struttura.

Dopo la grande kermesse della Formula E (tornerà all’Eur per la terza edizione consecutiva il 4 aprile 2020), con oltre 35 milioni di telespettatori collegati in novanta Paesi del mondo, "uno spot incredibile per il nostro Convention Center in termini di awareness e di immagine" commenta Malucchi, l’autunno è stato dominato dai grandi congressi internazionali: il 24 e 25 settembre La Nuvola ha ospitato il Cybertech Europe 2019, principale palco dell’industria cibernetica, che è tornata all’Eur per il secondo anno di fila, seguito da un congresso internazionale medico dal 10 al 12 ottobre, il 50° Sido International Congress (medici ortodontisti).

A seguire un altro congresso medico: dal 15 al 18 ottobre è stata la volta del Congresso Nazionale Siaarti Icare (anestesisti), preceduto da un evento più “mondano” e aperto al pubblico, Roma Sposa, che dal 3 al 6 ottobre ha presentato trecento espositori con ventimila visitatori. "Abbiamo poi ospitato diversi eventi corporate, alcuni ci hanno confermato la loro preferenza, come Poste, che ha scelto la Nuvola – prosegue Malucchi – per la seconda edizione di Sindaci d’Italia; per altri, tra cui un paio di brand internazionali molto noti, abbiamo sottoscritto un accordo di riservatezza piuttosto oneroso".

Si chiuderà l’anno con la nuova edizione (dal 4 al 8 dicembre) di Più Libri Più Liberi, la fiera della piccola e media editoria, che anche lo scorso anno ha bissato il successo con oltre centomila presenze. In questo senso - chiosa Il Dg di Roma Convention Group - siamo felici di ospitare una manifestazione che è cresciuta tanto da diventare l’evento culturale più partecipato della Capitale, proprio alla Nuvola e che per questo sentiamo come un successo anche un po’ nostro.

Ma non è tutto: "Siamo impegnati con il management di RCG nelle trattative commerciali – spiega Malucchi – che sono nate a seguito dei nostri tre road show e dunque degli incontri B2B che abbiamo realizzato nel primo semestre del 2019 per spingere commercialmente la nostra venue e capire realmente l’interesse nei mercati di riferimento. A Washington, Londra e Bruxelles La Nuvola è stata presentata ai più importanti operatori del settore sia congressuale che di eventistica, ottenendo un riscontro molto interessante, che conferma la vocazione internazionale di Roma nei congressi e negli eventi. I mercati di Europa e Nord America rappresentano allo stato attuale i mercati su cui spingere maggiormente. Già nel 2020 e poi nel 2021, ci sposteremo anche verso l’Asia: dalla Cina meridionale, a Singapore, Taiwan, Corea, si punta a portare a Roma i grandi congressi tecnologici sviluppati in quell’area, nonché le convention delle grandi aziende del settore. Vogliamo che la Nuvola rappresenti il volto internazionale di Roma, capace di attrarre un turismo d’affari che porterà alla città risorse, occupazione e occasioni di business".

I congressi già in calendario

Intanto nel 2020 hanno confermato la loro presenza il Sic Acoi (Congresso Italiano di Chirurgia Unita - alla seconda edizione) e la convention nazionale dei commercialisti, indirizzi a fine rivista alla loro quarta edizione alla Nuvola.

E poi ci saranno due grandi congressi mondiali nel 2021: il Congresso del Melanoma e quello di Neurologia, con numeri che vanno tra i cinquemila e i seimila partecipanti.

"Analisi condotte sui congressi ospitati – spiega Malucchi – ci dicono che gli eventi tenuti alla Nuvola hanno registrato un aumento dal dieci al trenta per cento rispetto alle edizioni ospitate in altre città. Così è stato per il congresso Iba del 2018, che ha riunito settemila avvocati da tutto il mondo. Roma è stato l’evento più partecipato di tutte le convention. Una conferma dell’importanza del turismo congressuale per il Pil della città. Non c’è bisogno di dire che stiamo naturalmente partecipando a diverse gare per aggiudicarci altri congressi di peso mondiale per gli anni a venire".

Va considerato che i congressi internazionali si aggiudicano con tre/cinque anni di anticipo. Un ultimo elemento è degno di segnalazione: è prevista per l’inizio del 2020 anche l’inaugurazione dell’attiguo business hotel La Lama, progettato anch’esso da Massimiliano Fuksas, che aprirà con il brand Hilton e avrà 439 camere.