3294

Location
per eventi

14465

Sale
meeting

360

Agenzie
e servizi

11815

Articoli
e recensioni

Innovazione, vision, efficienza e creatività per disegnare il futuro degli eventi business

Innovazione, vision, efficienza e creatività per disegnare il futuro degli eventi business Innovazione, vision, efficienza e creatività per disegnare il futuro degli eventi business Innovazione, vision, efficienza e creatività per disegnare il futuro degli eventi business Innovazione, vision, efficienza e creatività per disegnare il futuro degli eventi business

CHORUS SPA

INTRO: Tempo stimato di lettura 01 min

Musica consigliata per la lettura: Ephemerals - Life Is Good

Possibili applicazioni: I N F I N I T E

---

Chorus, forte di un know how trentennale nel campo dell’organizzazione professionale di congressi, convention, viaggi incentive e da ultimo meeting on line, si prende cura del business dei propri clienti, con un approccio poliedrico in cui innovazione e creatività si fondono in un unicum capace di garantire alti livelli di soddisfazione.

È una realtà che oltre a incedere sempre un passo oltre l’andamento di un mercato in costante e frenetica evoluzione, ha saputo cogliere l’essenza della tempesta generata dalla pandemia per imparare a danzarci dentro. Nuove idee, nuove soluzioni, per fronteggiare anche la peggiore delle avversità e donare ai propri clienti e ospiti un’esperienza unica e indimenticabile, capace di generare ricordi che rispecchiano fedelmente il loro brand e la loro filosofia aziendale.

Trent’anni di innovazione, vision e velocità

Chorus esiste da 30 anni e sono esattamente 30 anni che ci mettiamo in discussione, perché non ci sentiamo mai arrivati. Il nostro obiettivo è puntare sempre all’innovazione. La nostra storia ci racconta meglio di quanto possiamo fare noi a parole e la nostra esperienza è oggi il valore aggiunto anche nella creazione di eventi digitali. Le nostre coordinate sono semplici: dedizione, focus, partnership, visione, innovazione, velocità e agilità”, dichiara Paolo Barzago, A.D. di Chorus Group.

“Eravamo dei sarti che usavano le tecnologie più estreme, lo siamo ancora e il domani ci stimola perché stiamo trasformando nuovi problemi in nuove soluzioni pronte a dettare gli stili futuri del business. Nel 2020 abbiamo capito che lo shock della pandemia non avrebbe fermato la nostra voglia di innovazione. Abbiamo cercato persone, risorse e l’istinto, combinato con l’esperienza, ha fatto nascere nuove idee e creato formule vincenti”, aggiunge Monica Bestetti, General Manager di Chorus.

L’azienda sta puntando anche su nuove figure come Roberta Semino, la Sales & Marketing Director, ultima arrivata nel gruppo. Sedici anni di esperienza nelle agenzie di eventi e di comunicazione, 4 anni nel mondo dell’hotellerie, Roberta Semino è approdata in Chorus Group, proprio durante la pandemia mondiale.

Perché ha scelto di tornare nel mondo degli eventi e della comunicazione?

“Quello che mi ha colpito è la vision aziendale, una vision molto aspirazionale e ispirazionale. Mi sono vista proiettata avanti nel tempo con una grande energia e motivazione. Gli obiettivi e i valori aziendali collimano perfettamente con il mio modo di essere e di operare”.

Nuovi prodotti, nuove tecnologie per una crescita importante

"L’azienda sta vivendo un’importante crescita ed evoluzione soprattutto grazie alla creazione di nuovi prodotti e all’utilizzo di nuove tecnologie. Tutto questo è reso possibile da una squadra davvero unica. Chorus è un vero creative hub, in cui l’esperienza crea valore”, replica Roberta Semino. La chiave di successo sono dunque, il giusto mindset e un team affiatato e competente.

E cosa pensa la squadra Chorus del futuro?

“Come dice un proverbio cinese: Quando soffia il vento del cambiamento alcuni costruiscono ripari, altri costruiscono mulini a vento. Sarebbe naturale sedersi nel pouf caldo e confortevole di un’esperienza trentennale, fatta di logistica, in una comfort zone in cui clienti e fornitori ti riconoscono e apprezzano” afferma Angela Di Benedetto, PM di Chorus.

“Ma è così bello, elettrizzante e formativo misurarsi con nuove sfide, far conoscere nuovi lati di te, mettere questa esperienza al servizio di nuovi linguaggi per stupire il mercato, mescolare le carte, creare alchimie stimolanti. Abbiamo sempre avuto una spiccata sensibilità per la parte creativa e comunicativa. L’avvento del digitale ha aperto nuove opportunità, linguaggi e infinite strade da percorrere: noi ci siamo fatti trovare sulla griglia di partenza con i motori già accesi”, rincalza William Briguglio, PM di Chorus.

“Si, è vero, siamo tutti abituati a fare riunioni virtuali, a tenere semplici webinar, ma la vera challenge è trasferire le leve comunicative di un evento live attraverso lo schermo asettico di un pc. Tutto questo è possibile grazie ad un team alla continua ricerca e sviluppo di prodotti in grado di soddisfare le più diverse esigenze del mercato.” sostiene Ilaria Patucelli, Bu Manager.

“Il digitale - sottolinea Samantha Rossi, Bu Manager - è entrato in azienda da molti anni e oggi è parte integrante della strategia aziendale”.

Le squadre operative lavorano divise in team, in base all’expertise maturata negli anni: c’è chi segue i contenuti, le soluzioni differenti di engagement, la personalizzazione, e chi si occupa invece della regia, dei controlli, delle capillari prove tecniche. Tutti collaborano in sinergia per ottenere un prodotto finale curato fin nelle più piccole sfaccettature.

“Il processo innovativo in Chorus è una continua diffusione di idee, professionalità e tecnologie all’avanguardia. Mi riferisco a prodotti come Smart Mice, nella sua duplice versione residenziale e digitale, un portale web che guida il cliente nella richiesta di preventivo, ottimizza i processi e i flussi interni, unisce domanda e offerta, garantendo un saving di costi e di tempo”, spiega Roberto Vidotto, PM di Chorus.

Il futuro: in costante cambiamento

Per concludere, Paolo Barzago, cosa vede nel futuro di Chorus?

“Sicuramente vedo nuove idee, grande creatività, che si trasformano in cambiamento ed innovazione. Del resto, la misura dell’intelligenza è data dalla capacità di cambiare quando è necessario, diceva il grande Albert Einstein”.