3294

Location
per eventi

14465

Sale
meeting

360

Agenzie
e servizi

11815

Articoli
e recensioni

Dem-Distance Event Manager by Tecnoconference Europe-Gruppo Del Fio: tecnologia che emoziona, come ieri, più di ieri

Dem-Distance Event Manager by Tecnoconference Europe-Gruppo Del Fio: tecnologia che emoziona, come ieri, più di ieri Dem-Distance Event Manager by Tecnoconference Europe-Gruppo Del Fio: tecnologia che emoziona, come ieri, più di ieri Dem-Distance Event Manager by Tecnoconference Europe-Gruppo Del Fio: tecnologia che emoziona, come ieri, più di ieri Dem-Distance Event Manager by Tecnoconference Europe-Gruppo Del Fio: tecnologia che emoziona, come ieri, più di ieri Dem-Distance Event Manager by Tecnoconference Europe-Gruppo Del Fio: tecnologia che emoziona, come ieri, più di ieri Dem-Distance Event Manager by Tecnoconference Europe-Gruppo Del Fio: tecnologia che emoziona, come ieri, più di ieri

TECNOCONFERENCE EUROPE–GRUPPO DEL FIO

“Tecnologia che emoziona”: così recita da quindici anni il pay-off di Tecnoconference Europe–Gruppo Del Fio, uno dei maggiori provider italiani di tecnologia per eventi. La domanda che legittimamente ci si può porre è se e quanto questo concetto sia valido ancor oggi, dopo un anno di pandemia, con le attività aggregative (congressi, convegni, conferenze…) sostanzialmente ferme nella modalità in presenza e convertite in incontri da remoto, cioè in aride schermate con sfondi domestici, spesso poco professionali, e assai carenti per qualità di rete.

Ebbene, la risposta non solo è sì, ma anche “più che mai”. Il gruppo ha da tempo integrato nella propria offerta uno strumento di grande valore: DEM (Distance Event Manager), piattaforma per eventi virtuali o ibridi molto apprezzata da una prestigiosa clientela istituzionale e corporate per affidabilità e funzionalità. Una funzionalità che avvolge e coinvolge persino meglio che negli “antichi” incontri pre-Covid.

DEM è un sistema professionale: nulla ha a che fare con i software di videopresenza cui siamo ormai abituati per gli incontri vis-à-vis. L’offerta è innovativa e propone diverse tipologie di Live Broadcast che consentono di creare il format giusto per vari tipi di eventi, all digital oppure ibridi, con un numero elevato di utenti contemporanei.

Grazie all’integrazione di hardware di mixing video-grafico e software di telepresenza, DEM assicura un’elevata qualità dei flussi audio-video, importantissimi per la riuscita di un evento virtuale.

La cosiddetta “scalabilità operativa” è elevata, perché il sistema permette di gestire eventi di ogni tipo e dimensione, anche con migliaia di partecipanti.

Altro elemento fondamentale è la spiccata possibilità di brandizzazione dell’evento virtuale, grazie alla creazione di set virtuali, template grafici con background, sottopancia, animazioni 3D personalizzate. Ciò apporta notevole dinamicità, proprio come se si partecipasse in presenza, con “lanci” di video emozionali, sigle, contributi vari.

Esclusiva di DEM, infine, è la Cue-light online personalizzata, cioè un’app per PC, Mac e smartphone che consente al relatore di controllare le proprie slide, pur essendo queste gestite da una regia professionale per annullare ogni possibilità di errore e mantenere il format grafico desiderato.

Tutto ciò conduce a un elevato engagement generale, che è l’obiettivo ultimo dell’evento: sia esso in presenza o in digitale.

Veniamo ora a un esempio pratico. Fra le numerose case history ne abbiamo scelta una abbastanza recente: il triplice appuntamento di Banca d’Italia “La tua banca centrale ascolta – Strategy review”, rilanciato anche dalla Banca Centrale Europea. Protagonisti i rappresentanti del mondo accademico (9 febbraio) e della comunicazione (22 febbraio) nonché la società civile (3 marzo).

I tre appuntamenti proponevano in diretta da studio il governatore Ignazio Visco, il capo dipartimento mercati e sistemi di pagamento Luigi Cannari e il capo dipartimento economia e statistica Eugenio Gaiotti, cui all’evento finale si è aggiunto il neo direttore generale Luigi Federico Signorini. DEM, coordinato da Tecnoconference Europe, interconnetteva tutti i relatori che intervenivano da remoto: nove per il primo appuntamento, 12 per il secondo e 11 per il terzo.

I dialoghi avvenivano in maniera dinamica, talora serrata, su grafiche personalizzate, con sottopancia e multifinestre live sia sul ledwall presso la sede di Banca d’Italia sia sul canale di trasmissione. La qualità dei collegamenti da remoto risultava identica a quella dei collegamenti da studio, per una resa allo stesso livello di una trasmissione televisiva, con passaggi di testimone estremamente fluidi fra un relatore e l’altro.

La platea collegata in diretta sul canale YouTube di Bankitalia era assai numerosa e premiava non solo i contenuti ma anche la qualità del collegamento: 1300 spettatori per l’incontro del 9 febbraio, circa 2mila per ciascuno degli altri due.

DEM si configura come essenziale risorsa per gli eventi non solo nell’attuale tempo di restrizioni, ma anche nel prossimo futuro, quando la meeting industry sarà tornata libera di esprimersi e dovrà misurarsi con un cambiamento radicale della domanda, ormai usa agli eventi virtuali e certamente incline ad alternarli a quelli fisici, i quali, dal canto loro, manterranno comunque una modalità ibrida utile ad amplificarne la portata.