3218

Location
per eventi

14485

Sale
meeting

340

Agenzie
e servizi

11123

Articoli
e recensioni

2013, l'anno del Mice

2013, l'anno del Mice

CISALPINA TOURS

Investire con decisione nel Mice oggi significa riconoscere che il mondo degli eventi è vivo, strategico e più che mai necessario per il mondo del business. A questo proposito, ecco un esempio tra i più interessanti. La scorsa primavera Cisalpina Tours annunciava di aver affidato a Maria Guadalupe Lucasevich la guida della sua nuova divisione Mice: una scelta importante, giunta a pochi mesi dall’ingresso della travel management company nel gruppo Msc.

A meno di un anno dalla sua nomina, abbiamo incontrato Lucasevich per chiederle un primo bilancio e soprattutto qualche insight sulla nuova anima Mice della compagnia: «Con il mio ingresso in Cisalpina Tours ha avuto luogo un change management, ora stiamo affrontando il mercato e raccogliendo i frutti di questo primo periodo. Nonostante il trend generale sia negativo, ci collochiamo in controtendenza, registrando una crescita dei fatturati nel settore Mice».

La decisione di crescere e consolidarsi nel mondo degli eventi è seguita in modo molto naturale all’ingresso del nuovo azionista, anche per sfruttare al meglio le nuove possibilità di fare rete all’interno del nuovo gruppo. Le basi su cui attuare questo cambiamento erano però già pienamente presenti nel patrimonio della compagnia.«Ci siamo resi conto di avere una grande risorsa non ancora pienamente valorizzata: un portafoglio clienti di primissimo livello lato business travel, che però non era stato ancora sviluppato su altri fronti. I clienti che ci conoscevano già hanno apprezzato il fatto di potersi confrontare con un interlocutore unico anche per quanto riguardava l’event planning, e ci hanno dato fiducia. Stiamo passando dai piccoli meeting alla gestione di eventi più grandi e strategici, ponendoci sempre più come una “one-stop solution”».Il bilancio di questa prima fase è quindi positivo, spiega Lucasevich, perché l’unione di Mice e travel management si sta rivelando una sinergia efficace: «Il mercato sta rispondendo molto bene. Siamo competitivi perché abbiamo una consolidata expertise nella gestione delle trasferte, e la capacità di gestire grandi volumi con catene alberghiere e compagnie aeree: un know-how e un volume di fatturato che ci differenziano dalle incentive house tradizionali. Per le aziende questo significa poter organizzare un evento contando anche su una grande razionalizzazione delle spese logistiche».

Il cambio di paradigma è stato comunque notevole. Soprattutto, Lucasevich sottolinea l’importanza dell’aver introdotto e sviluppato un approccio creativo: «Fino a ieri Cisalpina Tours aveva un’impronta prettamente logistica; per misurarsi nel campo degli eventi è indispensabile la creatività. Bisogna essere in grado di elaborare un concept, un mood, una metafora entro cui inscrivere l’evento. La creatività è una risorsa importantissima, specie in un momento in cui le aziende hanno drasticamente ridotto il numero dei loro eventi, perché pongono maggiore attenzione a ogni singolo investimento».